La capacità di un imprenditore agricolo di condurre l’azienda agricola a migliorarne il reddito è dovuto alle informazioni che riceve, su questo non c’è dubbio.
L’imprenditore agricolo negli ultimi anni ha subìto un radicale cambiamento dovuto a vari fattori, politiche nazionali, politiche locali, mercati, richieste sempre più specifiche, importazione di prodotti dall’estero.
Tutti questi fattori vuoi o non vuoi non li puoi influenzare, non puoi decidere di cambiarli, non dipende da te.
Quello che puoi cambiare invece è la tua idea di azienda agricola e con essa tutta una serie di cose che ti portino ad avere il reddito che desideri e meriti dalle tue fatiche.
Per fare tutto questo serve essere informati su quello che è il settore in generale e nello specifico.

Da lavoro a professione
Quello che molti chiamano lavoro in realtà da diversi anni a questa parte, è diventata una vera e propria professione.
E sì, una professione e non “solo” un lavoro.
Infatti, l’attività lavorativa svolta in maniera organizzata e per il suo svolgimento richiede una particolare preparazione, di fatto è una professione.
E chi se non l’agricoltore svolge la propria attività in maniera organizzata e con competenze da vero professionista.

Chi è oggi l’agricoltore
L’agricoltore, per essere più esatti l’imprenditore agricolo è quello che gli americani chiamerebbero un “self made man”, cioè una persona che si è fatta da sola, una persona che ha costruito la propria attività.
Certo, negli anni ci sono state agevolazioni per le aziende agricole, ma questo vale per tutte le aziende, sia industriali che artigianali, lo stato in una maniera o in un’altra ha dato la possibilità di far crescere le aziende e dare occupazione e gli agricoltori prima di altri hanno recepito perfettamente questo messaggio mettendolo in pratica efficacemente.
Sicuramente ci sono anche tanti figli d’arte, tante persone che hanno ereditato dai genitori degli appezzamenti di terreno, delle aziende agricole, su questo non c’è dubbio, ma condurre un’azienda agricola non è da tutti, l’impegno costante e la passione che richiede tale mansione sono indispensabili a questo “stile di vita”.
Certo è anche uno stile di vita, non hai orari, non ti crei problemi di freddo o caldo, quando si devono fare determinati lavori si fanno, punto e basta.
Sicuramente come per tutte le professioni, questa professionalità va innaffiata costantemente per evitare di restare indietro e non ottimizzare al meglio i costi aumentando così i profitti.

Tu fai un lavoro o svolgi una professione?
Essere un professionista significa svolgere un lavoro in modo organizzato e continuativo, avere competenze specifiche, preparazione tecnica e soprattutto continuo aggiornamento.
Che tu sia un hobbista o meno non ha importanza, sia che tu abbia un piccolo appezzamento di terra da cui vuoi trarre maggior profitto o che tu abbia una grossa azienda, per condurre un’azienda agricola devi necessariamente guardarti intorno diversamente e avere quelle informazioni di prima mano, che ti servono per migliorare la qualità dell’azienda e aumentare la produttività, a meno che tu non intenda restare vincolato a schemi obsoleti, svolgendo il lavoro che hai sempre fatto senza migliorare la tua posizione economica.
Il miglioramento del reddito della tua azienda agricola è la condizione unica del perché ti alzi alle 4 di mattina per andare a lavorare altrimenti sei ingabbiato e continui a girare dentro una ruota come un criceto, senza andare da nessuna parte.
Quello che ancora voglio dirti è che i professionisti di successo sono sempre pronti ad informarsi al meglio e ad agire in fretta.
Non c’è via di scampo, è la professionalità che devi migliorare per ottenere risultati e la devi acquisire nel più breve tempo possibile dai canali giusti.
Il tempo è l’arma decisiva sul successo.